PRIMITIVO DI MANDURIA DOC ES 2016, GIANFRANCO FINO

di Giampietro Comolli

Primitivo Gtanfranco Fino 570

Il tacco d’Italia è una delle regioni più agricole, la seconda area coltivata per estensione dopo la Padania, un territorio morbido, quasi pianeggiante con colline dolci, un altipiano e tavoliere. Sente l’influenza dei due mari. Qui la viticoltura è arrivata da ogni punto cardinale. Oggi 87.000 ettari coltivati, 33 vini Docg e Doc, circa 5 milioni di ettolitri, di cui il 65% di vini rossi, in tutte le province: dal Nero di Troia a nord all’Aleatico e Negroamaro a sud, il Bombino bianco e nero e la Falanghina al centro della regione, con i capoluoghi di Trani per il Moscato e di Locorotondo per il Greco, il Fiano e la Malvasia. In mezzo il Primitivo di Manduria. Il vitigno Primitivo non è di origine fenicio-greca, non è arrivato in Puglia dal sud Mediterraneo, ma da nord dell’alto Adriatico, dalla alta Dalmazia.

botti cantina primitivo

Inoltre ha un fratello gemello nello Zinfadel californiano. In Puglia è coltivato fra i due mari, fra Taranto e Brindisi, su terreni collinari e del tavoliere, molto drenanti, di colore rosso ambrato argilloso, ricco di ferro e altri minerali, presenta un ambiente e clima ideale per questo vitigno, precoce di maturazione, ma con rese da contenere. L’azienda di Gianfranco Fino nasce nel 2004. 14 sono gli appezzamenti di vigne per 23,5 ettari allevate ad alberello pugliese, con sesto d’impianto molto irregolare, di cui 12,5 di vecchie vigne di 60-90 anni di età, arate e coltivate senza mezzi meccanici. Nei campi i vignaioli lavorano curvati sulla vigna vecchia, molto faticoso: tempi strettissimi di raccolta dell’uva per non perdere il giusto equilibrio e titolo, rese basse.

fino gianfranco vigneti 570

L’uva di Primitivo è poco produttiva, ha tempi di maturazione molto stretti per avere il perfetto equilibrio del titolo e grado, giusto rapporto di appassimento del grappolo, vero barometro della qualità. Il vino fermenta nei tradizionali carati di rovere da 228 litri pe circa 9 mesi, segue l’affinamento in bottiglia. Il Primitivo di Manduria Es di Gianfranco Fino ha abito serale scuro per un solare rosso, fra il viola intenso e il rubino limpido. Il naso si riempie di fruttato di prugna nera e di fiori rossi di giardino mediterraneo seccati, di fieno e foglie di tabacco. Il gusto è volumetrico e caldo, struttura forte con tannini armonizzati da tenue acidità e speziatura piccante vanigliata, fragrante e pastosa confettura di frutti rossi di marasca e di mirtilli maturi, con un verticale e incisivo finale lungo titolato e iodico.

Gianfranco fino 570

Non amo gli abbinamenti secchi univoci, vado a tavola spesso scegliendo prima il vino e poi il piatto: #amemipiace con lasagne classiche bolognesi al forno oppure uno stufato-brasato di abbacchio oppure alla brace grigliata di carne di maiale oppure patè caldo di frattaglie di diverso pollame selvatico e domestico.

 

Gianfranco Fino Viticoltore
Via Piave 12, 74028 Sava (TA), +39 0997 773970
info@gianfrancofino.it www.gianfrancofino.it 

 

Conoscere Sava

Piazza di sava primitivo 570

Sava è un comune in provincia di Taranto, in Puglia. Situata nell'entroterra salentino, dista circa 11 km dal mar Ionio, ed è nota principalmente per la produzione di vino primitivo e di olio d'oliva. Il territorio comunale è situato nel Salento settentrionale, in un'area collinare detta delle Murge Tarantine. L'abitato è posto a circa 107 metri sul livello del mare a circa 28 km dal capoluogo di provincia, Taranto. Nell'agro savese verso Manduria ricade in parte il Monte Bagnolo, un modesto rilievo alto 124 m s.l.m., tra i più alti delle Murge Tarantine.

Conoscere la Puglia

taranto primitivo 570

La Puglia è una regione italiana a statuto ordinario dell'Italia meridionale, con capoluogo Bari. Confina a nord-ovest con il Molise e a ovest con la Campania e la Basilicata ed è bagnata dal mare Adriatico a est e nord e dal mar Ionio a sud. Fino alla prima metà del XX secolo per descrivere la regione era utilizzato l'equivalente toponimo, declinato al plurale, Puglie, tuttora presente nella toponomastica della zona in Tavoliere delle Puglie e, sino al 1931 in Bari delle Puglie, nome ufficiale dell'attuale capoluogo amministrativo. Comprende la città metropolitana di Bari e le province di Foggia, Barletta-Andria-Trani, Taranto, Brindisi e Lecce. La Puglia è la regione più orientale d'Italia: la località più a est è Punta Palascìa (Otranto), distante 72 chilometri da Capo Linguetta, la punta più settentrionale della Penisola di Karaburun, in Albania, e 80 chilometri dall'isola greca di Fanò.

 

DOVE DORMIRE

Masseria Sorani

masseria sorani camera 570

La Masseria Sorani si presenta ai suoi ospiti nella sua suggestiva bellezza senza la minima alterazione degli spazi e delle costruzioni originali. Masseria Sorani il cui nome originario era masseria Surani-Dimitri, è oggi un'elegante e incantevole Bed & Breakfast situata tra Lecce e Manduria, a pochi km dalla necropoli e mura messapiche. La struttura nasce come casale verso la fine del XVIII sec. e diviene successivamente masseria con l'insieme di corti, ricoveri per il bestiame e depositi per foraggi e cereali. Fa parte di quelle prime strutture produttive denominate "maxariae" tipiche del territorio tarantino; cioè quelle masserie regie specializzate inizialmente nelle cerealicolture e successivamente in altri tipi di coltivazioni. 

masseria sorani wsterno 570

Masseria Sorani è situata nel mezzo di 35 ettari di ulivi. Ancora oggi è visibile la torre colombaia, utilizzata in passato da contadini e pastori per sfuggire alle incursioni dei briganti. Il necessario restauro ha infatti garantito la salvaguardia e la conservazione di questo monumento storico, caratterizzato dalle volte a botte e dal pavimento di "chianche". Sia gli interni, sia gli esterni rendono questo posto unico.

Strada Statale 7, km 2, 74024 Manduria (TA)
Tel. +39 380 506 2993 info@masseriasorani.it 
www.masseriasorani.it 

 

DOVE MANGIARE E DORMIRE

Vinilia Wine Resort, Ristorante Casamatta

vinilica wine resort 570

Contaminazioni. Cultura e identità. Tradizione e domotica applicata. E il caos al centro del blu universo trova la sua sintesi armonica nella visione moderna di un turismo che si declina in una cifra stilistica ambiziosa e accogliente. Vinilia Wine resort è questo, l’espressione pop di un’idea di viaggio applicata a un gusto sofisticato in una veste apparentemente informale. Vinilia è la sensazione di conosciuto, di casa; ha il sapore dell’emozione ritrovata. È un dejà vu rassicurante, ma ricco di colpi di scena al sapore di bellezza mediterranea. È un batticuore continuo in un’altalena di sensazioni e profumi.

Ristorante Casamatta Vinilia Wine Resort scapece di sgombro asparagi slvatici e capperi 570

Vinilia dispone di 18 camere con suite. Ogni camera è unica e con un’atmosfera esclusiva. Nelle diverse stanze i letti in tufo si alternano a quelli in ferro ed in legno realizzati da artigiani locali. Nel Castello, nel dedalo delle camere, si snodano spazi comuni destinati all’ozio, al relax, alla lettura, alla contemplazione del panorama circostante fatto di campagne, di vigneti, di piccoli edifici rurali. Allo chef Pietro Penna e al ristorante Casamatta è giunta l’importante stella Michelin. Un riconoscimento che arriva a Manduria nel cuore della terra del Primitivo lì dove l’imprenditore Pietro Lacaita con le figlie Marika e Simona solo due anni e mezzo fa hanno dato il via a un progetto che sin dal primo momento ha ottenuto grande apprezzamento. 

Contrada Scrasciosa 74024 Manduria, Taranto
Tel. +39 099 990 8013 info@viniliaresort.com 
www.viniliaresort.com 

Masseria Potenti

masseria potenti esterno 570

Splendida Masseria, Maria Grazia Dilauro ha creato un ambiente assolutamente raggiante, una splendida oasi nascosta di straordinaria bellezza e tranquillità nel mezzo della campagna del Salento. Un posto favoloso, con i più alti standard di servizio che ci si aspetta da un 5 stelle Manor House. Ideale per coppie, famiglie e gruppi di amici che desiderano trascorrere un po' di tempo da sogno nel Sud della Puglia lontano dalla folla. Con una bellissima piscina, l'albergo è circondato da uliveti e vigneti. 

masseria potenti esterno 2 570

Il servizio e gli alloggi sono di prima classe. Anche il cibo è delizioso, tradizionale ma raffinato. Soggiornare nella Masseria Potenti significa addormentarsi sotto una volta a botte di più di 400 anni, svegliarsi la mattina presto e fare entrare nelle antiche camere del 1600 il profumo della lavanda in fiore e camminare a piedi nudi sulle bianche e lisce chianche sotto l’androne principale: un viaggio a ritroso nel tempo per scoprire la vera Puglia.

Contrada Potenti, 74024 Manduria, Taranto
Tel. +39 099 973 5408 info@masseriapotenti.it  
www.masseriapotenti.it  

 

DOVE MANGIARE

Masseria del Sale

masseria del sale manduria 570

La passione ci spinge a ricercare sempre la migliore materia prima e lavorarla in modo da non alterarne le caratteristiche. Abbiamo creato un ambiente caldo ed accogliente dove non offriamo solo “cibo e vino”, ma raccontiamo la storia di ogni piatto della cucina mediterranea. Un'ennesimo riconoscimento alle capacità di Simona Fusco e Andrea Lippi, non solo apprezzati ristoratori da svariati anni, ma anche esperti sommelier. Nel giudizio espresso dagli esperti di “Noi di Sala”, per “Masseria del Sale” sono rimarcati questi punti di forza: l’attenzione quasi morbosa alla cura dei dettagli, la ricerca della migliore materia prima, l’accoglienza che risulta sempre discreta ed elegante, l’atteggiamento mai invadente nell’illustrazione del bagaglio enogastronomico di cui la Masseria del Sale dispone.

Strada Statale 7 ter Salentina, km. 2, 74024 Manduria (TA)
Tel. 349 387 1021 direzione@masseriadelsale.it 
www.masseriadelsale.it 

Mappa puglia 570

 

Logo ItinaerarideiSapori bianco

©2021 itinerarideisapori.it All Rights Reserved.