ROSSO 409 ABRUZZO DOP, CANTINA TOLLO

di Gampietro Comolli

cantina tollo bottiglia 570

Lo storico greco Polibio già accenna che 200 anni a.C., i Frentani, abitanti delle Ripe Teatine e Aprutine, producevano vino secondo tecniche e vitigni originari della Grecia. Diversi reperti fossili di 2 milioni di anni testimonia l’esistenza di vigne, ma il primo sviluppo si ha in epoca romana, con produzione di vino e di vasellame e otri destinati ai riti e corredi funerari tipici delle necropoli italiche antiche. Molti noti scrittori e poeti romani, come Nasone e Catone, decantarono in molti testi i vini rossi della valle Venna. Poi fino al XIII°secolo non si hanno testimonianze certe (ma comprensibile), finchè Venezia e Ortona non stipulano un contratto di commercio del vino utilizzando il porto, a supporto del porto dell’antica Ragusa dalmata delle navi cisterna della Serenissima. Ancora nel XVI°secolo, i potenti conventi di Penna e di Vasto, erano importanti per l’abbondante vino che arrivava in Ischiavonia e Venissa, a bonissimo mercato, scriveva il priore Razzi.

cantina tollo vigneto 570

Alla fine del XIX°secolo, il Marescalchi, ricorda che nel chietese si coltivavano soprattutto uve Trebbiano, Montepulciano, Moscato e Sangiovese, ma anche vigne antiche di uve Solmontina, Cococciola, Svacanina, Gaglioppa. La fillossera poi fece una strage. Come era tipico produrre vini cerasuoli per uso contadino famigliare. Terra vocata sia ai vitigni a bacca rossa (prevalenti) che bianchi, soprattutto oggi la fascia collinare litoranea fra i fiumi Foro e Trigno, fino alla Maiella e ai monti Frentani, è tendenzialmente argillosa compatta nella parte alta e di natura arenacea-argillosa e ghiaiosa lungo i pendii e ondulazioni alluvionali dei vari fiumi. Tollo è una cittadina di questo territorio denominato Igt Terre di Chieti, aderente alla Associazione Città del Vino. La cantina Tollo nasce nel 1960 per salvaguardare un patrimonio viticolo e anche umano, di famiglie da sempre attive nelle valli degli appennini abruzzesi.

Panorama tollo 570

Esempio fondamentale per legare la conservazione e produzione di un territorio (presenza fisica dell’uomo) con una redditività economica soddisfacente, facendo diventare dopo anni nuovamente Tollo (e Chieti) una capitale del vino italiano. La Cantina Tollo è una grande realtà abruzzese, commercializza 13 milioni di bottiglie l’anno, vanta circa 700 soci e 2.700 ettari coltivati in territori differenti, con una spiccata continua attenzione alla sperimentazione e all’innovazione in campo e in cantina. I vigneti di Cantina Tollo si estendono dalle colline del litorale fino alle pendici della Maiella, in un clima tipicamente mediterraneo, contraddistinto da escursioni termiche notevoli. La produzione principale è quella legata ai vitigni autoctoni, come il Montepulciano d’Abruzzo DOP, il Trebbiano d’Abruzzo DOP, il Cerasuolo d’Abruzzo DOP, il Terre di Chieti IGP Pecorino e Terre di Chieti IGP Passerina identificati, in etichetta, da cinque insetti che, con le loro abitudini di vita, segnalano la buona qualità dell’aria e del suolo.

Tollo rosso uv 570

Il Rosso 409 Abruzzo Dop, da uve di Montepulciano (80%) e di Merlot(20%), raccolte nella punta alta a 409 mslm, nella zona del comune di Atri, su terreno marnoso con strati calcarei argillosi, allevate a tendone con basso impatto di ceppi per ettaro, una viticoltura espansa naturale non intensiva e compatta. A seguire è svolta la macerazione a freddo prolungata, temperatura alta, malolattica totale. Il Montepulciano matura in vasche di cemento, mentre il Merlot riposa separato in caratelli di rovere. Abito serale di colore rubino intenso violaceo e luminoso. Bouquet di fiori di mammola e di rosa rossa, oltre che di fruttato tipico del vitigno autoctono. In bocca esprime eleganti sentori di prugna e marasca matura, è pieno e rotondo, teso e ammandorlato, piacevoli eleganti intensi toni freschi di elicriso e finale lungo ancora di frutto d’uva e leggera vaniglia speziata.

cantina tollo 570

@amemipiacecon le bombette pugliesi alla brace e peperoni piccanti ripieni oppure i cannelloni ripieni di carne alla marchigiana oppure i pici con il ragù del brigante oppure con bruschette di ventricina teramana leggermente piccante.

 

Cantina Tollo
viale Garibaldi 68, 66010 Tollo (CH),
Tel +39 087196251/+39 08719625256
info@cantinatollo.it 
www.cantinatollo.it 

Logo ItinaerarideiSapori bianco

©2021 itinerarideisapori.it All Rights Reserved.