AL VIA EVENTO INTERNAZIONALE DIETA MEDITERRANEA NEL MONDO

Riceviamo da Ufficio Stampa Future Food e volentieri pubblichiamo.

pasta 2 dieta mediterranea 570

Da domani a mercoledì 9 dicembre si svolgerà “Dieta Mediterranea nel mondo. Tradizione, innovazione e stili di vita per lo Sviluppo Sostenibile”, una serie di eventi digitali nati dalla collaborazione tra il Future Food Institute, centro di ricerca di Bologna con sedi a San Francisco, Tokyo e Shanghai, con il Comune di Pollica, per coltivare il futuro all’insegna dell’innovazione per la sostenibilità. L'iniziativa si inserisce nell’ambito degli eventi della settimana della “Cucina italiana nel mondo” organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e celebra il decennale del riconoscimento della Dieta Mediterranea quale patrimonio immateriale dell’umanità UNESCO.

pane e olio keys 570

All'iniziativa parteciperanno infatti undici Ambasciate e Consolati d’Italia da est a ovest del mondo, a testimonianza di come l’importanza delle connessioni globali sia oggi ritenuta sempre più fondamentale per raggiungere l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico, la diffusione dello stile di vita italiano nel mondo e la diffusione della buona pratica della cucina Mediterranea, che giova alla salute delle persone e del Pianeta. Gli eventi saranno trasmessi sui canali social del Future Food Institute e su quelli delle Ambasciate e Consolati d’Italia all’estero partecipanti, tra i quali San Francisco, Washington, Tokyo, Mumbai, New Delhi, Riad, Taipei, Pechino, Santiago del Cile, Madrid e Città del Vaticano.

Sara Roversi 570

“La Food Diplomacy sostiene il sistema Italia nelle strategie e azioni diplomatiche internazionali, esercitando quel soft power che vede il cibo al centro delle relazioni culturali con le community di riferimento, come ponte di dialogo inclusivo e aperto, nonché come linguaggio universale capace di esprimere diversità e comunione di intenti – dichiara Sara Roversi, fondatrice del Future Food Institute - la quinta edizione della Settimana della Cucina Italiana si trasforma quindi in un viaggio della Dieta Mediterranea in giro per il mondo ascoltando le voci di scienziati, chef, policy makers, ristoratori e innovatori”.

stefano pisani 570

“A Pollica e nel Cilento – spiega Stefano Pisani, Sindaco di Pollica - in questi dieci anni abbiamo continuato a lavorare senza sosta alla preservazione di questo straordinario Patrimonio Culturale e Immateriale dell’Umanità attraverso uno sforzo congiunto con tanti attori locali e internazionali. Adesso abbiamo di fronte a noi la sfida del futuro, in un’epoca in cui la visione del nostro domani è distorta dalla pandemia, dobbiamo guardare allo stile di vita mediterraneo non solo e non più come patrimonio da preservare, ma come la via per garantire una buona lunga vita all’umanità. Un Patrimonio Immateriale che racchiude in sé cultura, tradizione, sostenibilità e benessere fisico deve rappresentare uno dei principali driver sui quali costruire grandi opportunità per le future generazioni che sapranno coniugare innovazione e storia. La Dieta Mediterranea è senza dubbio la via per dare ancora un futuro al nostro pianeta”.

andrea ciucci 570 ok

“Davanti a una umanità segnata al contempo da obesità e denutrizione – dice Rev. Andrea Ciucci, Segretario Coordinatore Pontifical Academy for Life - dobbiamo ritrovare continuamente un modo umano di nutrirci, fatto di rispetto delle materie prime e dell’ambiente, di una forte connessione ai territori e alle loro storie, di una doverosa giustizia per tutti i lavoratori coinvolti. Una tradizione che abilita al futuro, che non ha paura delle contaminazioni culturali e gastronomiche, che pone al servizio della tavola dei popoli la gustosa e sorprendente creatività della cucina”.

battocchi mauro 570 ok

L’Ambasciatore d’Italia in Cile Mauro Battocchi ricorda che “Da due anni l’Italia sta accompagnando il Cile, che gode di un clima mediterraneo, nella riscoperta delle radici mediterranee della sua tradizione alimentare. Siamo felici dell’alleanza con il Future Food Institute che quest’anno porterá il suo messaggio di sostenibilitá e innovazione a centinaia di giovani dei cinque licei italiani in questo Paese, a Santiago Valparaiso, La Serena, Copiapó e Concepción.” “Anche quest’anno, nonostante le sfide imposte dalla pandemia, l’Ambasciata d’Italia a Tokyo celebrerà dal 23 al 29 novembre la Settimana della Cucina Italiana in Giappone, iniziativa promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

GIORGIO STARACE 570

La rassegna punta a promuovere e valorizzare la straordinaria cultura enogastronomica italiana così come le eccellenze del nostro ricchissimo patrimonio agroalimentare e vitivinicolo. L’iniziativa coordinata dall’Ambasciata e ha raccolto nel corso degli anni un crescente successo presso un pubblico giapponese da sempre particolarmente interessato e ricettivo verso la nostra tradizione culinaria e i nostri prodotti – dichiara l’Ambasciatore d’Italia in Giappone Giorgio Starace -.L’agroalimentare è infatti tra i settori in cui il nostro export ha beneficiato maggiormente dell’entrata in vigore dell’Accordo di Partenariato Economico UE-Giappone (EPA), che ha fatto registrare nel 2019 una straordinaria crescita: +11,8% pari a circa 1 miliardo di euro (961 milioni di euro).

luigi di maio 570

È di fondamentale importanza continuare a sostenere, soprattutto nell’attuale complessa congiuntura, tale dinamica positiva per preparare il terreno ad un ulteriore rafforzamento e affermazione del nostro comparto agroalimentare in Giappone. Abbiamo definito un calendario di più di 30 eventi e iniziative, organizzate grazie al prezioso contributo di tutti gli attori del Sistema Italia e dei nostri numerosi partner, ed è con grande piacere che tra questi vi siano anche il Future Food Institute e il Comune di Pollica con cui stiamo finalizzando l’organizzazione di un webinar – che coinvolgerà anche esperti giapponesi - su uno dei più straordinari tesori del patrimonio immateriale italiano: la dieta mediterranea”.

stefania costanza 570

“Dal 2017 il Consolato Generale d’Italia a Mumbai celebra la Settimana della Cucina Italiana in collaborazione con le più autorevoli Istituzioni pubbliche e private, italiane e locali, impegnate nel diffondere in India i valori e le eccellenze della nostra tradizione gastronomica – dichiara Stefania Costanza, Console Generale a Mumbai -. Nel decennale della dichiarazione della Dieta Mediterranea quale Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO, il Consolato Generale è lieto di annoverare Future Food e il Comune di Pollica tra i propri partner per la realizzazione dell’edizione 2020 della prestigiosa manifestazione internazionale”.

RICCARDO GUARIGLIA 570

“La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo rappresenta una straordinaria occasione di promozione del patrimonio enogastronomico italiano in tutti i suoi aspetti: culinari, nutrizionali, scientifici, culturali, sociali e anche ambientali – dichiara Riccardo Guariglia, Ambasciatore d’Italia a Madrid -. In Spagna la celebriamo sempre con grande entusiasmo e con grande risposta di pubblico. Quest'anno, grazie al Future Food Institute e al Comune di Pollica, la Settimana della Cucina Italiana incontra le celebrazioni del decennale del riconoscimento da parte dell’UNESCO della Dieta Mediterranea come patrimonio immateriale dell'umanità. Italia e Spagna hanno un legame storico importantissimo, che si esprime anche attraverso la condivisione di una cultura gastronomica profondamente legata alla dieta mediterranea. L'Ambasciata d'Italia a Madrid è quindi particolarmente lieta di celebrare questa importante ricorrenza in piena sintonia anche con il Future Food Institute”.

 

FUTURE FOOD URBAN COOLAB SCUDERIA
Piazza Giuseppe Verdi 2 - 40126 Bologna
www.scuderia.futurefood.network  

Logo ItinaerarideiSapori bianco

©2020 itinerarideisapori.it All Rights Reserved.