CONOSCERE DI PIÙ: IL TREBBIANO D'ABRUZZO DOP SUPERIORE DI BOSCO NESTORE

di Giampietro Comolli

trebbiano d abruzzo superiore dop bosco nestore

Primaria cantina storica abruzzese, un segno della vitivinicoltura fra i massicci della Majella e del Gran Sasso. Ha segnato per anni, e continua oggi, la vitivinicoltura abruzzese in una logica che mai perde di valore e di obiettivi: rispetto per la vigna e il territorio e attenzione cura e massimo rispetto delle lavorazioni in cantina. Da qui l’unione spesso difficile di tradizione, legata ad un consumo del vino impersonato dall’amico contadino di fiducia, con la necessaria e utile innovazione tecnologica per offrire vini di attualità di gusto moderno, in sintonia con le domande del consumatore. Difficile tenere alto il profilo qualitativo mettendo insieme una produzione artigianale con la massima certificazione e tracciabilità sanitaria e salubre richiesta oggi. 

Nestore e Stefania Bosco montepulciano itin 570.jpg

Evidentemente decenni di storia della famiglia Bosco, generazioni fedeli e continue, amore per una uva antica e polifunzionale come il Montepulciano d’Abruzzo, e soprattutto queste terre baciate dal sole e dalla brezza marina adriatica, dalla neve invernale delle vette appenniniche hanno creato un mix-impresa solida, sicura che infonde fiducia nel consumatore. Abruzzo terra anche di vini bianchi, con vitigni autoctoni oggi scoperti e apprezzati, ma anche con un antico principe di vitigno che sprofonda le sue radici nel tempo e in queste terre, il famoso vitigno Trebbiano bianco.

Bosco nestore cantina 3 itin 570

Altro campione pervenuto al nostro tavolo di assaggi professionali, curato dal pool di esperti, è il Trebbiano d’Abruzzo Dop Superiore, ottenuto con uve Trebbiano d’Abruzzo in purezza prodotte sui terreni calcarei sabbiosi di depositi pleistocenici ricchi di minerali. Abito paglierino sufficientemente intenso gradevole. Quadro aromatico pulito e nitido floreale e fruttato di mela renetta e pugne gialle e rosse. Il sorso è subito fresco sapido minerale raffinato, armonico e frutto di mandorla giovane, buon retrogusto con acidità morbida e prolungato sentore di castagna erbacea.

bosco nestore vigneti uva itin 570.jpg

#amemipiacecon gli struffoli pugliesi e le gallette di mais con cacciatorino novarese oppure pasta di anellini o taralli alla pecorara oppure cannarozzetti o ditaloni alla ricotta e zafferano.

 

Azienda Vinicola Bosco Nestore
Contrada Casali 147, 65010 Nocciano (PE)
Tel. +39 085847345
www.nestorebosco.com 

Logo 2022 Itinerari dei sapori

©2022 itinerarideisapori.it All Rights Reserved.